Visitare le Cinque Terre (in 2 giorni): come fare

Non visitare le Cinque Terre dovrebbe essere anticostituzionale.

Questa porzione di territorio, infatti, rispecchia appieno il made in Italy con le casette colorate, l’acqua cristallina, i pescatori che parlano in dialetto, il buon cibo e le piantagioni di limoni e uva in ogni dove.

Ciononostante, molte persone dedicano a questo spicchio di mondo, durante le loro vacanze, solo un giorno convinte che non ci sia molto da vedere e che valga la pena visitarle solo perché dannatamente instagrammabili.

Niente di più sbagliato!

Ad avere il tempo, ci sono tantissime attività che si possono fare alle cinque terre senza contare che possono essere anche il posto perfetto per una fuga romantica o per passare un po’ di tempo con gli amici.

Che ne dite di visitarle con noi?

Dedicate loro almeno un weekend, siamo sicuri che non ve ne pentirete!

 

Cosa sono? Un fantastico spicchio di terra tutto da scoprire

Per visitare le Cinque Terre si intende scoprire ed esplorare un gruppo di comuni affacciati sul mar ligure in provincia di La Spezia.

Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola, e Riomaggiore (in questo ordine se si arriva da Genova; al contrario se si arriva dalla Toscana) sono le rockstar di questa porzione d’Italia, in grado con il loro charme d’altri tempi di incantare turisti e non.

 

Ma scopriamole singolarmente!

👉🏻 Monterosso è il comune più grande e forse anche quello meno affascinante (tant’è che potrebbe sembrare semplicemente uno dei tanti paesi di mare…) non si arrampica tutto sulle pareti delle montagne circostanti e vi sembrerà assurdo non dover salire e scendere scale tutto il tempo!

Date le dimensioni è proprio qua che dovrete alloggiare se siete alla ricerca di un posto dove avere tutto alla portata di mano, grandi hotel e spiagge di sabbia.

nel visitare le cinque terre cosa vedere a monterosso

👉🏻 Vernazza è l’emblema del romanticismo. Immaginatevi una location che trasmetta sentimentalismo e come per magia apparirà Vernazza. 

Per mantenere le sembianze di una fiaba, questo comune ha dovuto rinunciare alle dimensioni e per questo non stupitevi di trovare tutto concentrato in un’unica strada che finisce con una chiesetta sul porto.

👉🏻 Corniglia è il più piccolo comune di tutte le cinque terre ma non per questo può essere sminuita.

E lei, proprio per non correre il rischio di non essere presa sul serio, si è fatta costruire in cima ad uno scoglio, a strapiombo sul mare.

Come arrivarci?

Semplice, gambe in spalla e 365 gradini (uno per ogni giorno dell’anno) che separano la stazione al centro storico.

 

👉🏻 Manarola ha solo una strada e un minuscolo porto (dove però si può nuotare) eppure è di una bellezza disarmante.

Non è un caso che molte foto delle cinque terre siano proprio di Manarola.

Se per caso avrete modo di visitare le Cinque Terre in inverno, Manarola è il posto giusto dove stare.

Pare che il presepe più grande del mondo si trovi proprio qua, arroccato sui vigneti delle colline circostanti ed illuminato tutta la notte.

👉🏻 Riomaggiore è probabilmente la nostra preferita (ed essendo arrivati da Genova, anche l’ultima che abbiamo visto!). Non è molto grande: una strada sola, un porticciolo sul quale danno centinaia di casette coloratissime, una spiaggia rocciosa, un castello…

Dichiarate patrimonio UNESCO nel 1997 (motivo per cui sono perfettamente conservate nella loro antica semplicità), le Cinque Terre vengono visitate ogni anno da 2 milioni e mezzo di persone (quando le persone che le abitano sono circa 4000!!!).

Capirete anche voi quanto sia importante scegliere il periodo giusto per visitarle! 

Luglio e agosto dovrebbero assolutamente essere off limits sia per la quantità di turisti che per il caldo. 

Giugno e Settembre non sono ancora il periodo ideale ma sono comunque due mesi più vivibili. Ovviamente, se avete la possibilità, Maggio e Ottobre sono in assoluto i periodi migliori, magari un po’ freddini per il bagno in mare ma i migliori per visitare.

 

🎒

Come arrivarci? Uno spettacolo non così facile da raggiungere

Gli aeroporti più vicini sono quelli di Pisa e di Genova che distano a circa un’ora e mezza.
Nel caso arrivaste all’aeroporto di Firenze invece, ci vorranno circa 3 ore. Così come dall’aeroporto di Milano Linate (nel caso arrivaste a Malpensa o ad Orio la distanza sarà tale da non valerne più la pena).

Il treno è la soluzione migliore se partite da Firenze ad esempio; ma anche da Bologna o Torino.

Nel caso foste già in Liguria, per visitare le Cinque Terre da La Spezia si può addirittura arrivare via mare.

Se proprio non poteste proprio far a meno dell’auto, fermatevi a La Spezia o Levanto… i garage a Monterosso o Riomaggiore arrivano a costare circa 30€ al giorno!

🎫 

Volete fare qualcosa di indimenticabile?

🚣🏽‍♂️ Tour in barca, rilassatevi in mezzo alle acque cristalline

Immaginatevi questo: una linea dell’orizzonte sottile che divide appena i due blu diversi di cielo e mare, una vista mozzafiato su grappoli di casette colorate e vigneti in riga, relax e il rumore delle onde a far da colonna sonora.

No, non è un sogno!

Se decideste di fare un tour sull’acqua alle Cinque Terre, questa è la prospettiva più probabile.

Non a caso, Petrarca parlò così dell’esperienza, anni e anni fa or sono. 

Da qui i vigneti illuminati dall’occhio benefico del sole e dilettissimi a Bacco si affacciano su Monte Rosso e sui giochi di Corniglia, ovunque celebrati per il dolce vino”

🏊🏻‍♀️ Nuotare, sembra scontato ma sarà fantastico: acqua caraibica

Qua, non aspettatevi di avere delle meravigliose spiagge di sabbia finissima… ma aspettatevi delle meravigliose spiagge di ghiaia e ciottoli con l’acqua talmente pulita da non crederci.
Non male come aspettativa, no?

Il comune più attrezzato di tutte le cinque terre è Monterosso; qua si potrà affittare sdraio e lettino, preoccupandosi soltanto di portare in spiaggia il proprio libro preferito.
Nei restanti 4 paesi, invece, dovrete principalmente arrangiarvi un po’ di più ritagliandovi degli spazi sugli scogli dove stendere il vostro asciugamano.

La scelta è a vostra discrezione.

 

💦  Gare di tuffi con i locals: chi vincerà?

Ovviamente può essere un’attività rischiosa se fatta senza un minimo di criterio (quindi prima di tutto vi supplichiamo prudenza) ma se fatta con logica è un ottimo modo per socializzare e divertirsi.
Nel visitare le Cinque Terre vi renderete conto che quasi tutti i paesini hanno degli scogli altissimi.
D’estate vedrete davvero ragazzi passare il pomeriggio tuffandosi dai punti più alti!

Se vi piace il brivido, perché no?

 

🍴Mangiare: come in ogni parte d’Italia, le specialità sono all’ordine del giorno

In Italia non ce n’è, bisogna mangiare… soprattutto perché si ha la possibilità di mangiare davvero bene.

Poi immaginatevi di farlo guardando un’alba o un tramonto dalla stradina panoramica di Vernazza o dal parapetto sulla piazzetta di Riomaggiore?
Alba con focaccia ligure e tramonto con gelato.

Se questa non è la prospettiva di vita più bella che si possa immaginare, allora cosa lo è?

E per non farvi mancare proprio nulla, concedete un pranzo o un aperitivo al Nessun Dorma.

Possiamo scommetterci, ci lascerete il cuore!

 

🏃🏼 Escursionismo, allontaniamoci dall’acqua per godere di viste mozzafiato

Se vi piace questo tipo di attività, ci sono dei percorsi scenografici che collegano i diversi comuni.

Noi non li abbiamo provati in prima persona (siamo sinceri!) ma sappiamo ad esempio che quello tra Riomaggiore e Manarola dura soltanto un’ora anche se è tutt’altro che facile.

Ovviamente per i migliori –ossia quelli che hanno il cuore di cimentarsi in queste scarpinate-, nel visitare le cinque terre in questo particolarissimo modo, c’è in serbo un premio di ineguagliabile valore: un intero percorso vista oceano e vigneti.

Ps. Non cimentatevi in escursioni senza una guida locale o senza aver consultato il centro informazioni turisti.

🥣 Imparare a fare il vero pesto tradizionale, portatevi a casa qualcosa di ligure

La fortuna dell’Italia è che ovunque si vada, si casca bene, soprattutto a livello culinario.
La Liguria può vantare tantissime specialità locali e il Pesto è sicuramente uno dei fiori all’occhiello.

Farlo però non è così semplice, soprattutto se lo si vuole fare esattamente come vuole la tradizione.
Il Nessun Dorma offre delle lezioni di cucina apposite.

Chi è curioso?

🔍 

Visitare le Cinque Terre: i nostri consigli

📌 Visitare le Cinque Terre può essere affascinante quanto faticoso.
Dotatevi di scarpe da ginnastica e abbigliamento comodo, non immaginate neanche quanto ci ringrazierete per averlo fatto!

Tutti i comuni (in particolare Corniglia) sono arroccati su porzioni di territorio accidentato mentre le viuzze sono costituite da immense scalinate.
Ovviamente le viste dall’alto vi ripagheranno di tutte le fatiche possibili immaginabili anche se i vostri piedi, nel caso di scarpe sbagliate, non smetteranno di odiarvi.

📌 Potete muovervi di comune in comune o attraverso il trekking o utilizzando il treno.

Mentre nel primo caso, l’unico costo che dovrete pagare è quello di essere stanchi morti; nel secondo caso, si spende circa 4€ a tratta.

Il nostro consiglio è quello di visitare le Cinque Terre con la card apposita del treno che vi permetta di muovervi in libertà per un tratto compreso tra Levanto e La Spezia .
Il biglietto può essere giornaliero, di 48 ore o di 72.
Ovviamente esiste anche l’opzione auto, nel caso foste dei profondi masochisti e vi voleste male fino al midollo, iniziate a pregare per trovare parcheggio…

📌 Prendete la focaccia schiacciata.

Non fate come noi che da miscredenti abbiamo ignorato il consiglio della panettiera (prendendoci anche un “siete proprio dei bauscia!” scherzoso) chiedendo di avere “un pezzo di focaccia morbida” invece di “un pezzo di focaccia schiacciata appena sfornata”.

Ci discolpiamo dicendo che da noi, la focaccia schiacciata è diversa –spesso dura come un mattone- ma in realtà non ci sono giustificazioni che reggano.

I locals sono sempre da ascoltare.

📌 Volete sapere dove fare le foto più belle di Riomaggiore?

Dal mare, ovvio.
La vista di tutte queste casette a strapiombo sull’acqua è davvero magica se fatta dalla prospettiva giusta.

Eppure vi assicuriamo che non serve noleggiare una barca per farle…. vi sveliamo un segreto!
Gli scogli vi daranno la stessa prospettiva senza dover spendere soldi per un mezzo apposito. 

È anche il consiglio che diamo per chiunque soffra di mal di mare.

A voi piacerebbe come destinazione per un weekend?
Vi piacciono i paesini a strapiombo sul mare o preferite le città d’entroterra?

Fateci sapere cosa ne pensate qua sotto o se avete bisogno di altre info!


Disclaimer: ringraziamo i nostri amici Francesco e Francesca per averci aiutato a scattare foto così belle!

Visitare le Cinque Terre (in 2 giorni): come fare ultima modifica: 2018-07-23T16:15:27+00:00 da Travelholicsouls

2 Comments

  1. Beh, hai scritto un ottimo articolo!
    Hai ragione.. non visitarle dovrebbe essere anticostituzionale 😀
    Io vado matto per Manarola, molto più delle altre.
    Sono tutte stupende a modo loro 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *