Viaggio in Islanda: cosa vedere in un tour [guida 2019]

In questo articolo vi spiegheremo nel dettaglio cosa vedere in Islanda e come organizzare nel dettaglio un viaggio in Islanda, evidenziando le differenze di una scelta fondamentale: andare in Islanda in inverno o estate?

Quel che vogliamo condividere con voi è l’itinerario che abbiamo seguito per il nostro “tour Islanda” e in particolare per visitare 6 luoghi indimenticabili in un SOLO giorno (di 16 intensissime ore) percorrendo 800 km.

Non male eh? Soprattutto se non avete a disposizione settimane per visitare quest’isola ma comunque non volete perdervi i punti più iconici.

Ecco quindi a voi la nostra super omni-comprensiva guida -fatta per essere portata sempre dietro!- che vi farà vivere un indimenticabile viaggio in Islanda.

Inoltre, per avere una panoramica completa sull’Islanda, ecco altri articoli utili:

 Prenota al prezzo più basso il tuo volo per l’Islanda: clicca qui 
(Una volta su Skyscanner, scegli il volo e ricordati di cliccare sempre per andare sul sito delle compagnie aeree; i prezzi cambiano costantemente! Leggi questa guida)

01. Viaggio in Islanda: quando andare
02. Viaggio in Islanda organizzato o viaggio in Islanda fai da te?
03. Islanda cosa vedere: i luoghi imperdibili
04. Quanto costa un viaggio in Islanda?
05. Viaggio in Islanda consigli: come vestirsi, cosa portare
06. Completate il vostro bagaglio di info su cosa vedere in Islanda.
07. In che modo questa sarà un’esperienza indimenticabile?
08. Islanda mappa: itinerario con tutti i posti visitati.

 

📝

Vacanza in Islanda: scegliere l’estate o l’inverno?

Partiamo con il presupposto che il clima è parte integrante di questo paese, tutto cambia a seconda se il sia benevolo o meno.

Mettetevi il cuore in pace e accettate la consapevolezza che qualcosa potrà essere “rovinato” da Madre Natura.

L’Islanda è un luogo in cui la connessione con Madre Natura è fortissima, talmente tanto forte che i piccoli e disseminati insediamenti umani (Reykjavik è l’unica eccezione) vivono e sopravvivono assecondando e sottostando alla sua volontà, in estate come in inverno.

Quando avevamo deciso di andare in Islanda, non eravamo così consapevoli del legame biunivoco di queste due entità -territorio e condizioni climatiche-, così lo abbiamo scoperto a nostre spese, affidandoci alla benevolenza del meteo per poter assistere a due spettacoli della natura come l’aurora boreale e le grotte di ghiaccio…

… benevolenza che non c’è stata.

E infatti…

…nonostante i nostri programmi -mesi e mesi di programmi-, nel momento in cui Thor e Odino (chi ha visto Vikings alzi la mano!) decidono di metterti i bastoni tra le ruote, non c’è nulla che tenga…

E questo ci è costato il non riuscire a vedere né l’aurora boreale nè le grotte di ghiaccio.

Alche ci siamo chiesti se non sarebbe valsa di più la pena visitare l’Islanda in estate.

La risposta che ci siamo dati?

Non esiste una scelta giusta, l’Islanda è uno di quei posti come la Svezia, le repubbliche Baltiche, che devono essere visitate sia in durante i mesi invernali e sia nei mesi estivi poiché alcuni luoghi si potranno vedere solo in una stagione mentre altri nell’altra.

Alla fine, nonostante gli inconvenienti, non ci siamo pentiti di essere stati in Islanda in inverno, anzi, le sensazioni che ci ha fatto provare questo stato ci ha fatto promettere a noi stessi di tornarci anche in estate.

Date la nostra esperienza, vi daremo le indicazioni per organizzare al meglio il vostro “Islanda tour” ma nel caso andaste in estate non preoccupatevi, potrete adattarlo eliminando le parti legate alle grotte di ghiaccio e le lamentele legate alle temperature 🙂

andare in Islanda in inverno
  • Save
Una delle tappe di questo meraviglioso tour: Diamond Beach e gli iceberg giganti

Viaggio in Islanda in inverno, come organizzarsi al meglio?

Una volta decisa la stagione, subentra un secondo dubbio: “viaggio in Islanda fai da te” oppure cercare su Google “viaggi organizzati Islanda” ed affidarsi a qualcuno???

Noi, per i motivi che adesso vi spiegheremo abbiamo preso in autonomia un volo Easyjet -con scalo a Londra- ma poi abbiamo optato per un viaggio organizzato:

  • Islanda clima”: pronunciate queste 2 parole e ricordatevi che il nostro viaggio è stato in inverno. Vi è salito un lungo la schiena pensando a quanto possa fare freddo e a quanto le condizioni climatiche siano quelle di neve, neve e ancora neve?
  • Le strade: in inverno, chilometri di asfalto diventano ghiacciate quindi non ci siamo fidati di noleggiare un auto,
  • Le ore di luce: in inverno in Islanda il buio regna sovrano, a dicembre si arriva ad avere circa 3-4 ore di luce…

Quindi:

Contando le premesse e il fatto che volessimo goderci le bellezze dell’Islanda senza la fatica di percorrere chilometri e chilometri in macchina, abbiamo deciso di affidarci ai ragazzi di Goecco, uno dei migliori tour operator in Islanda!

Grazie a loro e agli 800 km masticati in 16 ore all’insegna degli spot più caratteristici dell’Islanda, abbiamo vissuto un’esperienza che ci ricorderemo per sempre!

Perché abbiamo scelto Goecco?

Perché avevamo bisogno di qualcosa che ci facesse vedere il più possibile partendo da/tornando a Reykjavík, che non si sviluppasse su più giorni e che ci desse la possibilità di vedere le grotte di ghiaccio.

Iceland Ice Cave Glacier Lagoon EXPRESS TOUR è stato l’unico tour in grado di rispondere a tutte le nostre richieste.

In sintesi, il tour è stato selezionato perchè:

  • Avevamo poco tempo,
  • Il nostro alloggio era a Reykjavik,
  • Volevamo vivere l’esperienza indimenticabile delle grotte di ghiaccio ma non sapevamo come arrivare al parco nazionale Vatnajokull,
  • Nonostante tutti i prerequisiti sopra elencati volevamo vedere alcuni degli spot più iconici dell’isola,
  • Non volevamo guidare per 800 km con strade ghiacciate e al buio.
  • Durante il viaggio volevamo avere una guida che ci illustrasse ogni meraviglia della natura visitata.

Può essere il viaggio in Islanda organizzato che fa anche per voi?

Viaggio in Islanda
  • Save

📝

Itinerario: viaggio in Islanda cosa vedere? 6 luoghi magici

La partenza sarà ovviamente prestissimo la mattina: alle 7 davanti alla Hallgrimskirkja.

Ma voi dormiglioni, abbiate fede, per la prima ora di viaggio potrete continuare a sonnecchiare, infatti i luoghi da vedere sono molto lontani da Reykjavik.

Cosa abbiamo capito dunque?

Gli express tour sono una delle poche possibilità, in inverno, per visitare questi luoghi fiabeschi. A meno che ovviamente non abbiate voglia di noleggiare un auto, guidare sempre al buio su strade spesso e volentieri ghiacciate.

📌 Skogafoss, cascate roboanti nel mezzo del nulla

Il primo stop, a circa un paio di ore e mezza da Reykjavik, sarà la Skogafoss.

NDR. Se svolgerete questo tour in inverno la luce sarà ancora poca ma abbastanza per farvi ammirare alcune tra le cascate più belle in assoluto.

La guida, tra una pausa e l’altra, vi racconterà dell’Islanda e della sua storia, delle sue curiosità e credenze, dei suoi numeri… e lo farà col sorriso sulle labbra e la battuta sempre pronta.

Ad esempio:

📌 Black Sand Beach, un paesaggio surreale che vi lascerà senza fiato

Ad un’altra ora circa vi troverete a Vik, un delizioso villaggio di pescatori e alla famosissima spiaggia Reynisfjara.

L’immagine è questa: una distesa nera -che più nero non si può- di sabbia e ciottoli, le onde alte e fragorose del mare, la schiuma bianca, la neve candida, le scure colonne di basalto.

colonne di basalto a Reynisfjara
  • Save
Colonne di basalto a Reynisfjara, la spiaggia di Vik

Plus riservato alle persone che svolgeranno il tour in inverno è l’arrivo in prossimità dell’alba quindi un cielo che ad immaginarselo comunque non riuscirebbe ad essere così bello.

Un indizio?

Cielo color rosa zucchero filato ovunque.

Davanti ad un quadro simile, abbiamo capito perché viaggiamo! Guardando posti come questo, si capisce cosa il mondo possa regalare e quanto sia sprecato il tempo che non si trascorre scoprendo.

Sagome all'alba Reynisfjara
  • Save
Vista mozzafiato dell’alba dalla spiaggia di Reynisfjara

E il meglio doveva ancora venire!

📌 Diamond beach, un posto che da solo fa valer la pena di andare in Islanda

Con gli occhi ancora pieni dell’ultima fermata, ci si apre davanti un panorama surreale. Diamanti di ghiaccio su velluto nero. Assurdo.

Vista della Diamond Beach costa sud islanda
  • Save
Iceberg adagiati sulla spiaggia di Diamond

Non abbiamo mai visto niente di più bello. La natura è un’artista minuziosa, ci mette tanto a creare ma poi le sue opere sono inarrivabili.
Pure Il freddo pungente viene a meno davanti a quella vista per far spazio al senso di piccolezza.

Il ricordo di questo posto, di questi ghiacci attraversati dai raggi del sole, di questa spiaggia color seppia, sarà uno di quelli che ci terranno compagnia nella nostra vecchiaia.

Non abbiamo mai visto niente di più bello. La natura è un’artista minuziosa, ci mette tanto a creare ma poi le sue opere sono inarrivabili.
Pure il freddo pungente viene a meno davanti a quella vista per far spazio al senso di piccolezza.

Il ricordo di questo posto, di questi ghiacci attraversati dai raggi del sole, di questa spiaggia color seppia, sarà uno di quelli che ci terranno compagnia nella nostra vecchiaia.

Davvero ragazzi, andateci.

📌 Glacier Lagoon, il polo artico racchiuso in una laguna

La quarta fermata, the last but not the least, è il Glacier Lagoon il cui nome in lingua autoctona è di una difficoltà disarmante.
Si tratta di un lago di origine glaciale su cui gli iceberg galleggiano.

Ma capite che storia?

Blocchi di ghiaccio si staccano dal vicino ghiacciaio Vatnajokull, derivano fino al lago e poi fino al mare.

La sensazione è quella di essere in un qualche documentario della National Geographic.

Coppia davanti al Glacier Lagoon
  • Save
Vista del Glacier Lagoon

Quel che rimane dopo tanta meraviglia son le grotte di ghiaccio (ndr da non confondere con le grotte ghiacciate).Vi spieghiamo di cosa si tratta:

nel ghiacciaio Vatnajokull, ossia il ghiacciaio più grande d’Europa, si trovano una serie di incavi causati dallo scorrere dell’acqua attraverso o sotto il ghiacciaio o per effetto del calore geotermico dei vulcani.

All’interno il ghiaccio è completamente trasparente per effetto della pressione del ghiacciaio.

Perché?

La pressione, nel corso dei secoli, ha fatto sì che il ghiaccio rilasciasse l’ossigeno contenuto dando questa colorazione simile ai diamanti.

Queste grotte, che possono essere di diverse dimensioni e forme, sono visitabili quasi ed esclusivamente nel periodo invernale, durante il quale il freddo preserva meglio il ghiaccio. Va da sé che la visita in posti come questi, di una bellezza disarmante ma di una pericolosità non trascurabile, non possono e non devono essere visitati senza la supervisione di una guida esperta.

Noi siamo stati sfortunatissimi.

Abbiamo avuto un tempo meraviglioso fino a 5 minuti prima che arrivassimo davanti all’apertura delle grotte, perfettamente equipaggiati ed emotivamente prontissimi...

Poi ha cominciato a tirare il vento. Mai visto un vento tanto forte! Aveva la forza di spingere via le persone.

Risultato:

Ci hanno informato che da lì ad un’ora l’ingresso non sarebbe più stato agibile per cui una volta dentro non saremmo più riusciti ad uscire.

Niente, siam venuti via. Evidentemente non era destino.
Ma anche questa è la bellezza dell’Islanda, la forza della Natura incontrastabile che ti lascia impotente.

Se ci è dispiaciuto? Da morire.
Se abbiamo rimpianti? Nessuno.
Se ne è valsa la pena? Senza ombra di dubbio.

Cosa fare in Islanda tour in inverno
  • Save

📌 Seljalandsfoss, un altro spettacolo della natura a portata di bus

Il ritorno verso la città scorre poi tranquillo. Un paio di fermate per il bagno e una fermata per la cascata Seljalandsfoss la cui fortuna è quella di essere illuminata da faretti e per questo visibile anche a notte fonda.

Non ci sono parole per descrivere la bellezza di certi posti. A volte bisogna solo tacere e insistere affinché le persone possano vivere determinate esperienze in prima persona.
Quindi insistiamo, prendete il primo volo per l’Islanda, rubate qualche giorno alla routine e fate questo tour, anche solo con un weekend lungo.

I soldi spesi per viaggiare non sono mai spesi male! Questa la nostra filosofia.

👗

Viaggio in Islanda costi, soldi ben spesi

Per salire sul bus express che vi porterà in giro per l’isola si spende 330 € a testa.

Sembrano molti?

Certo che sì ma considerate che è un tour tutto compreso -eccezion fatta per i pasti-:

  • Quota di iscrizione
  • Viaggio andata/ritorno in bus di 800 km (benzina inclusa ovviamente)
  • Guida esperta che vi spiegherà la storia e le particolarità di ogni posto visitato
  • Scheduling ottimale delle visite alle bellezze naturali: considerate le 2-3 ore di luce in inverno. Non è facile organizzarsi per essere nel luogo desiderato con la luce per fare le foto…
  • L’ingresso alle grotte di ghiaccio con tutto ciò che serve per entrarci: imbragatura, picconi etc.

Detto così non è poi così tanto no?

Abbigliamento viaggio islanda inverno
  • Save
Abbigliamento tecnico e termico per sopportare il freddo dell’inverno islandese

👜

2 consigli pratici per un fantastico viaggio in Islanda

1. Come vestirsi per andare in Islanda in inverno?

  • Pesante. Perché fa freddo. Soprattutto a ridosso del mare, il vento taglia la pelle.
  • A strati. Perché fuori fa freddo ma nel bus fa caldo. Cipolla is the way.
  • Non trascurate i calzettoni, la maglietta e i pantaloni termici…e un bel paio di guanti (se tecnici che tengano all’asciutto e al caldo, ancor meglio!)
    Infatti, la sensazione con il vento islandese è quella di tanti coltelli che vi trapassano le mani.

Ma comunque, se volete info più dettagliate, qui trovate la check-list di cosa non può assolutamente mancare in un viaggio in Islanda in inverno.

2. Cosa portarsi dietro per essere super preparati?

Il tour è express. Nel senso che le poche pause extra-attrazioni che si faranno, son solo ed esclusivamente legate a bisogni fisici e a pasti lampo.

Soluzione:

Portatevi dietro snacks e panini. Ci ringrazierete!

Il nostro bus inoltre aveva un’unica presa vicino all’autista; portatevi un power bank abbastanza potente per tenere in vita i vostri device tecnologici (reflex e GoPro inclusi), ricordandovi che il freddo prosciuga le batterie.

Ovviamente smartphone, action cam, macchina fotografica sono sottointesi.

Vacanza Islanda: tutte le info per un viaggio super completo

Visto che vogliamo aiutarvi in tutti i modi a rendere il vostro viaggio in Islanda MEMORABILE vi linkiamo altri articoli che abbiamo scritto su questa fantastica isola, proprio perché a nostro avviso un post solo è riduttivo:

In questo modo vi abbiamo fornito proprio tutto quello che c’è da sapere se state pensando di organizzare un viaggio in Islanda.

⚡️

Cosa aspettarsi da un viaggio del genere?

Stupore.
Un perenne senso di stupore nel vedere posti che non ci si crede possano esistere davvero.

panoramica spiaggia Reynisfjara
  • Save
Spiaggia di Reynisfjara, alba

Piccolezza.
Perché il mondo è lì, davanti agli occhi ed è grande, immenso: ti guarda dalle onde di Diamond Beach, dalle scogliere in Reynisfjara beach, dagli icebergs del Glacier Lagoon…

e tu non puoi far altro che sentirti piccolo ed insignificante.
E per quanto possa sembrare assurdo, è una sensazione meravigliosa.

panoramica diamond beach islanda
  • Save
Diamond Beach, ore 12:00

Pace.
Ci si sente al posto giusto al momento giusto, perfettamente in pace con i propri sensi. Il doversi abbracciare con le proprie braccia per farsi calore, lo sguardo che può perdersi all’orizzonte, il rumore ciclico del mare.

Panoramica glacier lagoon islanda
  • Save
Glacier Lagoon, ore 15:00

Vita.
Perché nonostante il clima estremo ci sono pesci e foche e uccelli.
Nonostante il freddo e il vento la gente arriva da tutte le parti del
mondo.
Perché in posti come questi, il cuore di tutti gli esseri viventi presenti si mette a battere allo stesso modo: bumbum, bumbum, bumbum.

Per una magia così, vale la pena viaggiare.
Per una magia così, vale la pena vivere.

Mappa Islanda con l’itinerario che abbiamo svolto

Per darvi proprio tutte le info che cercate, ecco a voi la mappa comprensiva di ogni luogo che abbiamo visitato, almeno potete rendervi conto delle distanze.

Un consiglio:

Se state pianificando un viaggio in Islanda da soli, stampatevi la mappa o segnatevi i luoghi in modo tale da facilitarvi la vita una volta nella terra del ghiaccio e del fuoco.

  • Save

Chi di voi dunque non sogna un incredibile viaggio in Islanda con un on the road del genere?
Di prendere il primo volo low cost ed essere immerso nella natura e di rimanerne stupito?

Amici viaggiatori, non andatevene!

Abbiamo bisogno di voi, delle vostre esperienze, fateci sapere cosa ne pensate della nostra pratica guida per un viaggio in Islanda, qualcosa che aggiungereste? È utile? Scrivetecelo nei commenti qui sotto. 🙂


DICHIARAZIONE – Il tour si è svolto in collaborazione con Goecco.
Ciononostante la revisione e le nostre opinioni sono assolutamente imparziali e sincere. 

Viaggio in Islanda: cosa vedere in un tour [guida 2019] ultima modifica: 2019-02-14T22:07:39+02:00 da Travelholicsouls
  • Save

4 Comments

    1. Ti auguriamo con tutto il cuore di poterla vedere! A noi un accenno ha rubato il cuore, non possiamo neanche immaginarci un’aurora completa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *