Rimborso biglietto aereo: ti stanno fregando? [2019]

Last updated

Rimborso biglietto aereo: esisto 3 parole peggiori per un qualsiasi viaggiatore? Viaggiatore, che oltre al danno, ha come beffa quella di dover cancellare il proprio viaggio, il weekend o le proprie vacanze. Ecco allora che vi mostreremo come otterenere ciò che vi spetta.

Non è facile però districarsi tra le miriadi di normative e regole specifiche delle varie compagnie e non è facile neanche capire come fare operativamente per richiedere il rimborso.

Niente paura, bisogna solo avere le giuste informazioni, quelle necessarie per non farsi cogliere impreparati nel caso si viva questa situazione.

Per questa ragione abbiamo creato questa guida, cercando di riassumere tutte le informazioni utili per sapere in QUALI CASI richiedere un rimborso e non farsi fregare, se volete fare prima, cliccate sull’indice sulla situazione che meglio rappresenta il vostro problema.

Indice:

01. Legislazione e carta dei diritti del passeggero

02. Rimborso biglietto aereo: quando richiederlo

     Volo cancellato

Voli in ritardo

Overbooking

Cause di forza maggiore

03. Rimborso biglietto aereo: Rimborso Ryanair

04. Rimborso biglietto aereo: Easyjet

05. Avete bisogno di una mano per un rimborso? Cliccate qui

rimborso biglietto aereo infografica
  • Save

1- La legge in materia: fumosa o sconosciuta?

La legge in materia di rimborsi di biglietti aerei esiste eccome! Pone vincoli e regole per tutte le situazioni in cui un passeggero è autorizzato o meno a richiedere il rimborso del biglietto aereo, e ovviamente di rimando in cui le compagnie aeree sono obbligate a garantirlo.

La legge è stata stilata dall’ENAC, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile che fa parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ed è raggruppata nella Carta dei Diritti del Passeggero.

Cos’è?

Un documento che raccoglie tutti i regolamenti in materia internazionale che spiegano, sotto le direttive della Comunità Europea, tutti i diritti che vantano i passeggeri nei confronti delle compagnie aeree in caso di disservizi o problematiche varie causate dalle stesse.

In particolare, ciò che interessa per quanto riguarda il tema rimborso biglietto aereo, sono i paragrafi 2 e 3 che regolamentano i disservizi causati dalle compagnie aeree e tutti i casi in cui si cui si possono far valere i propri diritti.

Nel dettaglio:

Le norme si applicano a tutti i voli in partenza da uno scalo europeo, oppure da uno extra-europeo ma operato da una compagnia europea e diretto ad un aeroporto all’interno dell’Unione.

Nel caso di voli gestiti da compagnie extraeuropee che volano fuori dall’Europa, valgono le normative locali dei vari paesi.

Quindi:

possiamo appellarci ad una legge per avere il rimborso a patto che si verifichino alcune condizioni.

In realtà non è proprio così, infatti in alcuni punti la legislazione è un pelo fumosa e quindi le compagnie aree ne hanno subito approfittato per cercare delle pieghe in cui trarne profitto.

L’unica soluzione dunque è conoscere queste regole e sapere come e dove appellarsi per far valere i propri diritti, per cercare, dove possiamo, di garantirci ciò che ci spetta di diritto.

Infatti quando compriamo un biglietto aereo, pochi lo avranno notato, firmiamo un contratto che garantisce un servizio e in questo contratto (una divina commedia) è specificato tutto ciò che la compagnia deve o non deve al passeggero e come opera nel caso di disservizio o necessità di rimborso.

@stefgphotography
  • Save
foto di @stefgphotography

Riassumendo:

Esiste una legge in materia regolamentata dalla Carta dei Diritti del Passeggero a cui sia compagnia aeree che passeggeri devono rifarsi.

Inoltre le stesse compagnie, all’acquisto di un biglietto, forniscono un contratto nel quale son chiariti i propri obblighi e i propri diritti.

Il problema numero 1 è che spesso, i passeggeri, non sono a conoscenza di nessuno dei due documenti di tutela dei propri diritti e le compagnie sfruttano questa disinformazione a loro favore.

Il problema numero 2 è che non sempre i contratti con le compagnie sono chiari. In questo caso bisogna far riferimento alla Carta dei Diritti del Passeggero.

2 – Rimborso biglietto aereo: i casi in cui richiederlo

Riportiamo qua alcuni casi in cui si può sicuramente fare richiesta per il rimborso del biglietto aereo.
Ci teniamo però a precisarvi che, nel caso rientraste in una di queste casistiche, la richiesta deve essere mandata entro entro le 24 ore successive il momento della prenotazione altrimenti sarete destinati a passare dei brutti momenti con il servizio clienti…

Volo cancellato: il più classico degli esempi

In questo caso avremo il nostro aereo che per qualsiasi ragione non decolla, il passeggero avrà allora diritto al rimborso completo, all’assistenza da parte della compagnia e sanzioni pagate in denaro. In particolare:

  • La sanzione pecuniaria che vi pagheranno varia in base alla tratta:
    • 250 € per voli comunitari fino a 1500 km:
    • 400 € per voli comunitari oltre a 1500 km
    • 250 € per voli extra-comunitari fino a 1500 km
    • 400 € per voli extra-comunitari tra 1500 e 3500 km
    • 600 € per voli extra-comunitari oltre a 3500 km

Nel caso vi offrissero di prendere un volo alternativo che soddisfi le vostre esigenze, le compensazioni potranno essere ridotte del 50%.

  • Il rimborso completo del biglietto: si parla solo della tratta non effettuata, pertanto se una parte del viaggio è già stata effettuata o verrà effettuata nei tempi previsti, non verrà rimborsata. Un’altra opzione su cui potrete fare leva, equivalente al rimborso, è la riprotezione, ossia la possibilità di scegliete gratuitamente un volo in una data successiva a quella in oggetto, ovviamente con le stesse condizioni di viaggio (classe, tipologia di posti scelti etc.).
  • Assistenza, che si traduce in paste e bevande durante l’attesa, trasferimento all’alloggio, chiamate telefoniche etc.

Ovviamente anche qui c’è la “fregatura”.

Nel senso che non vi sarà il rimborso se:

  • la compagnia riuscirà a dimostrare che la cancellazione non è attribuibile in nessun modo a sé stessa. Ad esempio per condizioni atmosferiche avverse, scioperi etc.
  • se sarete avvertiti con almeno due settimane di anticipo
  • se sarete avvertiti con meno di due settimane di anticipo ma vi offriranno un volo alternativo che soddisfi le vostre esigenze

Quindi:

se non rientrate in nessuna delle casistiche qui sopra elencate, armatevi di buona volontà e richiedete il denaro/volo sostitutivo che vi spetta e l’assistenza che meritate.

rimborso biglietto aereo aeroporto
  • Save

Rimborso biglietto aereo per ritardo: oltre una certa soglia, prestate attenzione

Il ritardo del volo viene calcolato in base alla tratta di percorrenza, nel dettaglio:

  • 2 ore per voli comunitari fino a 1500 km
  • 3 ore per voli comunitari oltre a 1500 km
  • 2 ore per voli extra-comunitari fino a 1500 km
  • 3 ore per voli extra-comunitari tra 1500 e 3500 km
  • 4 ore per voli extra-comunitari oltre a 3500 km

In questi casi il passeggero avrà diritto all’assistenza da parte della compagnia,

Se il ritardo è superiore a 5 ore, il passeggero può richiedere il rimborso completo senza penali per la tratta non effettuata.

Trasferimento di classe: non sempre si è fortunati

Vi è mai capitato di essere spostati in una classe migliore durante un viaggio? Magari intercontinentale?

Figo vero?

Ma se accadesse il contrario? Lo sapete che potete farvi rimborsare una parte del biglietto?

Sì esatto, il rimborso del biglietto avverrà secondo queste modalità:

  • 30% del prezzo del biglietto per voli comunitari fino a 1500 km
  • 50% per voli comunitari oltre a 1500 km
  • 30% per voli extra-comunitari fino a 1500 km
  • 50% per voli extra-comunitari tra 1500 e 3500 km
  • 75% per voli extra-comunitari oltre a 3500 km

Non fatevi fregare e richiedete ciò che vi spetta.

flickr wait
  • Save
foto di @waito

Rimborso biglietto aereo: Overbooking, un dispiacere che ti distrugge

Ebbene sì, noi non abbiamo mai provato la sensazione che si prova nel vederci negato l’imbarco per una situazione di overbooking, ossia quando sono stati venduti più biglietti di quanta sia la capienza dell’aereo (grazie al cielo).

Di una cosa siamo sicuri però:

Deve essere un bel colpo all’anima!

Innanzitutto la compagnia deve chiedere se ci sono dei volontari disposti a cedere il posto al passeggero a cui verrà negato l’imbarco, in caso affermativo, si effettuerà uno scambio e chi rinuncerà al proprio volo riceverà dei benefici che concorderà al momento con la compagnia.

In caso negativo, il passeggero avrà diritto allo stesso trattamento che avrebbe nel caso di volo cancellato, quindi con rimborso del biglietto, penale pagata dalla compagnia e assistenza immediata in aeroporto.

@vemotive
  • Save
foto di @vemotive

E se fossimo noi il problema? Perdere il volo per cause di forza maggiore

Può capitare che per qualsiasi ragione che noi stessi siamo il motivo per cui non riusciamo a partire

Beh, sappiate che, come avrete già avuto modo di intuire, non vi ridaranno mai l’intera somma che avete sborsato a meno che la motivazione non sia di una serietà inattaccabile.

Però -c’è sempre un però- attenzione!

Per prima cosa avete diritto SEMPRE al rimborso delle tasse aeroportuali che costituiscono una parte rilevante del biglietto.

Perché?

Motivo 1:

Perché coprono una serie di servizi che usufruiamo nel momento in cui ci imbarchiamo e saliamo sul velivolo, come la sicurezza in aeroporto, i controlli sui bagagli etc. pertanto in caso di volo mancato, possiamo richiedere senza problema queste tasse.

Motivo 2:

Vi sono alcune circostanze particolari per le quali, oltre le tasse aeroportuali, le compagnie aeree sono tenute a rimborsarvi del prezzo del biglietto, o tramite denaro o con altre tipologie di rimborso ma che obbligatoriamente equivalgono il valore del prezzo acquistato e del servizio offerto.

Quali sono queste cause di forza maggiore?

Cause di una gravità tale da impedirci senza nessun dubbio a recarci in aeroporto, tipo:

  • Incidente di qualsiasi genere (stradale ad esempio)
  • Malattia che ci impedisce di uscire di casa (con certificato medico come attestazione)
  • Lutto di un familiare
  • Malattia del nostro animale domestico

Ovviamente è sempre buona norma cercare di avvisare la compagnia aerea con largo anticipo (ovviamente se le circostanze lo permettono), per evitare di dare qualsiasi pretesto per vedervi negato il rimborso, o solo per evitare di dover litigare con un call center…

leahcgabriella
  • Save
foto di @leahcgabriella

Ottenere il rimborso dalle compagnie aeree: la sfida infinita

Come abbiamo già visto, le compagnie aeree sfruttano in ogni modo possibile la legislazione a loro favore.

Per questa ragione ottenere il rimborso del biglietto aereo non è mai un’operazione semplice, ma bisogna sapere cosa fare.

Infatti le varie compagnie spesso contraddicono ciò che è stato stabilito dalla normativa europea -per questo, nel corso degli anni, sono state sanzionate e richiamate-, soprattutto quelle low-cost, che guadagnare sulle cifre irrisorie dei loro voli sono disposte a tutto.

Quindi:

Vi riassumiamo le regole e gli accorgimenti da prendere per le compagnie low-cost (le più usate in Italia), che puntualmente sono quelle con cui si hanno più problemi.

3 – Rimborso biglietto aereo Ryanair

E per quanto riguarda la cancellazione voli Ryanair?
Per il rimborso biglietti Ryanair racchiude tutto ciò che c’è da sapere sui rimborsi nell’articolo 10 del suo regolamento.

Si adegua quindi a ciò che è previsto dalla carta dei diritti del passeggero per i rimborsi dovuti a cause di forza maggiore, quelli descritti nell’apposita sezione sopra.

Complimenti alla compagnia Irlandese?

Ni…

Infatti va bene per i rimborsi causati da decesso di una persona che non viaggia (tutto ovviamente accompagnato da certificato di morte) il discorso cambia invece se il decesso riguarda un passeggero in possesso del biglietto.

Davvero inquietante…

Ebbene sì, in questo caso la situazione per chiedere il rimborso non cambia, bisogna compilare un modulo online con cui effettuare la segnalazione, ma il rimborso sarà effettuato “a discrezione della compagnia”.

Un po’ vago a nostro avviso.

In ogni caso esiste SEMPRE la possibilità di un parziale rimborso biglietto aereo Ryanair non utilizzato. In che senso?

Le tasse aeroportuali, come già discusso, vi spettano in ogni caso. 

4 – Rimborso biglietto aereo Easyjet

Anche per quanto riguarda i rimborsi Easyjet, come si poteva dedurre, bisogna sudarli e non sempre ottenibili.

In che senso?

Vi riportiamo il caso più estremo in cui un passeggero potrebbe richiedere un rimborso in denaro e avrebbe ogni diritto di ottenerlo: malattia grave o lutto.

In questo caso si può applicare una richiesta di risarcimento, ma come riporta il sito di easyjet nella sezione in fondo alla pagina “Cancellare il volo a causa di motivi di salute o lutto”:

Se, sfortunatamente, dovessi annullare la prenotazione a causa di motivi di salute gravi o un lutto familiare, contatta il nostro team del Servizio clienti il prima possibile.

In caso di annullamento dovuto a un lutto familiare, puoi chiedere un rimborso solo se il lutto ha colpito un parente stretto, come per esempio il coniuge, un figlio, un genitore, un nonno o un fratello. Se la data del viaggio è già stata superata e i tuoi voli non sono stati utilizzati, allega alla richiesta una copia scannerizzata del certificato di morte.

La decisione di offrire un voucher per un volo o un rimborso è a sola discrezione del nostro team del Servizio clienti.”

Potremo ottenere un voucher ma solo a discrezione della compagnia?

Ah, complimenti!

Per ogni evenienza vi alleghiamo il modulo per il rimborso con cui iniziare le pratiche per ogni tipologia di risarcimento.

Speriamo queste informazioni vi siano state utili.

 

 

Voi viaggiatori, avete mai dovuto cancellare un volo? Avete mai chiesto un rimborso?
Speriamo di no e che tutti i vostri weekend e/o viaggi siano andate a buon fine.

In caso contrario, scriveteci, o se avete bisogno di qualche consiglio, siamo pronti ad aiutarvi.

Aspettate! Abbiamo ancora una cosa da dirvi

Avete trovato utile questa pratica guida su come ottenere il rimborso del biglietto aereo? Se aveste voluto altre informazioni, scriveteci qui nei commenti, il nostro obiettivo è creare una guida super-comprensiva, i vostri pareri ci farebbero molto piacere 🙂

Se poi avete bisogno di un aiuto per dei problemi con le varie compagnie aeree, per il rimborso o qualsiasi cosa, scriveteci nei commenti che vi risponderemo subitissimo!

Rimborso biglietto aereo: ti stanno fregando? [2019] ultima modifica: 2018-06-24T21:10:59+01:00 da Travelholicsouls
  • Save

22 Comments

  1. salve volevo un’informazione: ho annullato due voli con Ryanair ed ho mandato una richiesta di rimborso alla quale hanno risposto che l’unica voce rimborsabile è la tassa governativa alla quale applicano una sanzione amministrativa di 10 euro a tratta? Ma le tasse aeroportuali è corretto che non vengano restituite? Grazie attendo vostre notizie

    1. Ciao Leonardo,
      quello che affermi è assolutamente corretto. Le tasse aeroportuali sono tasse che coprono l’iter di imbarco e gestione delle procedure operative legate ai passeggeri in aeroporto. Dunque, come afferma anche l’ENAC, se una persona rinuncia al volo ha diritto a questo rimborso poichè non ha fatto sostenere questi costi alla compagnia aerea. Quello di Ryanair è un comportamento, come avrai potuto leggere nell’articolo, al confine con regolamentazioni poco chiare. Per questo motivo spesso “mal interpretate” dalle compagnie stesse. Ti suggeriamo dunque di contattare l’ENAC sul proprio sito internet e farti assistere nella richiesta di rimborso (che ti spetta). I tempi saranno sicuramente lunghi per via della burocrazia italiana purtroppo, armati di buona pazienza.

  2. Buonasera,
    devo annullare un volo prenotato in agenzia con la compagnia LATAM per il Brasile, partenza 15/11/18 causa malattia.
    L’ agenzia dice che per annullamento non ho diritto ad alcun rimborso.
    Aiutatemi!
    Federica

    1. Ciao Federica,

      ci spiace tanto che tu non possa andare in Brasile. Per poter rispondere in maniera più approfondita abbiamo bisogno di qualche info in più:
      – che tipologia di biglietto hai acquistato? Quali sono le condizioni di vendita?
      – Hai a disposizione i dati d’accesso (username e password) per accedere direttamente alla prenotazione per bypassare l’agenzia?

      Non avendo queste info ti possiamo in ogni caso linkare la pagina per il rimborso di LATAM:

      http://www.lan.com/cgi-bin/devoluciones/formulario_devoluciones.cgi

      Inoltre, come avrai potuto leggere nell’articolo, se hai a disposizione un certificato medico che attesti la tua impossibilità a viaggiare durante le date del viaggio, la compagnia aerea ti dovrà rimborsare l’intero biglietto. Non sappiamo però se la commissione dell’agenzia possa essere restituita, questo dipende dal contratto che hai firmato con loro.

      Se ci dai le info sopra, sicuramente ti possiamo aiutare meglio 🙂

      Facci sapere!

  3. Ciao, grazie per le informazioni che fornisci 🙂

    Chiedo lumi su questa questione: ho dovuto cancellare 3 biglietti a/r Aer Lingus (madre-padre-figlio minorenne) perché uno dei partecipanti al viaggio ha contratto una malattia infettiva (certificata dalla pediatra).

    Ho proceduto come da loro indicazioni, ma invece della conferma di cancellazione ho ottenuto solo un numero di protocollo della richiesta.

    L’assicurazione, per rimborsare il viaggio, chiede sia questa conferma di cancellazione del volo (che appunto non ho ottenuto nonostante molteplici richieste alla compagnia aerea, sia telefoniche sia via form online) sia una Refund Notice con split del valore rimborsato (che mi appresterò a chiedere oggi, probabilmente rimanendo inascoltata). Se la compagnia aerea non producesse queste documentazione, come mi dovrei muovere? Sono nella situazione in cui rischio di non ottenere il rimborso garantito dall’assicurazione perché la compagnia aerea non mi fornisce i documenti del caso.

    Grazie mille per l’aiuto! 🙂

    1. Ciao Elena,

      ci spiace abbiate dovuto perdere il volo e che il bambino si sia ammalato. Speriamo niente di grave!
      Visto che la malattia è stata certificata dal pediatra, avete assolutamente diritto al rimborso. Questo è certo.

      In teoria con questa motivazione la compagnia è tenuta a rimborsarti senza l’intermerzzo di nessuna assicurazione, poichè è un vostro diritto.

      – Comunque di che assicurazione stiamo parlando?
      – Avete già compilato il form per chiedere il rimborso? Vi linkiamo i link che abbiamo trovato (sono in lingua inglese, se per caso avete difficoltà contattateci che vi aiutaremo nella compilazione, nessu problema)

      https://www.aerlingus.com/support/cancellations-and-refunds/
      https://www.aerlingus.com/support/forms/refund-request-form/

      Se ci fornite le info sopra potremo supportarvi meglio.
      Nel frattempo auguriamo una buona guarigione al piccolo/a.

      Buona serata
      Simo e Zi

      1. Grazie mille per la vostra attenzione 🙂
        Rispondo tra le righe:

        >>> In teoria con questa motivazione la compagnia è tenuta a rimborsarti senza l’intermerzzo di nessuna assicurazione, poiché è un vostro diritto.
        Di questo non sono certissima. Il nostro biglietto era di tipo Economy Saver: secondo quanto dettomi dal Call Center, per quei biglietti vengono rimborsate solo le tasse (ragion per cui, avevamo scelto di abbinare un’assicurazione ai biglietti)

        >>> Comunque di che assicurazione stiamo parlando?
        Allianz (Polizza e-commerce “AER LINGUS MULTIRISCHI CON ANNULLAMENTO”), polizza a copertura del viaggio acquistata direttamente sul sito di Aer Lingus in concomitanza all’acquisto dei biglietti. L’assicurazione era tra i servizi opzionali offerti.

        >>> Avete già compilato il form per chiedere il rimborso? Vi linkiamo i link che abbiamo trovato (sono in lingua inglese, se per caso avete difficoltà contattateci che vi aiutaremo nella compilazione, nessu problema)
        Il giorno del viaggio, abbiamo compilato il form linkato per procedere con la cancellazione. In risposta, abbiamo ricevuto solo una mail automatica con un Case Reference number: nessuna conferma di effettiva cancellazione dei voli che, a oggi, risultano ancora nel summary My Trips all’interno del nostro account sul sito, come se quei viaggi fossero stati effettivamente goduti. Nulla di più. Abbiamo poi nuovamente sentito il call center, che ci ha suggerito di compilare questo form https://www.aerlingus.com/support/forms/upcoming-travel-enquiry/ per ottenere una Cancellation Invoice: invece di quella, sempre via mail abbiamo ottenuto solo un nuovo Case Reference number. Ho sollecitato già due volte l’emissione di quei documenti scrivendo a guestservices@aerlingus.com e guestrefunds@aerlingus.com. Secondo il mio sistema di posta, nessuna delle mail da me inviate è stata ancora visualizzata.

        Che voi sappiate, ci sono dei limiti temporali entro cui le compagnie aeree sono tenute a produrre i documenti richiesti?

        Grazie ancora,
        Elena

        1. Ciao Elena,

          che noi sappiamo non ci sono dei limiti temporali una volta che la compagnia ha preso in carico la richiesta (siete muniti di case reference number). In ogni caso, essendo Allianz un’assicurazione (anche abbastanza famosa), avete provato a contattare direttamente loro con tutta la documentazione necessaria? A quanto abbiamo capito avete la “protezione” per l’annullamento. Immaginiamo anche abbiate un fascicolo informativo che di solito le assicurazioni rilasciano con tutto ciò che vi copre.

          Quello che faremmo noi, se fossimo al vostro posto è:
          – provare a contattare ancora la compagnia (forti dell’assicurazione comprata: siete nella situazione migliore)
          – all’ennesimo NON riscontro da parte della stessa, contatteremmo l’assicurazione direttamente. Con il numero di polizza sapranno come indirizzarvi sicuramente.

          Fateci sapere come procede.
          Armatevi di paziena.

          Simo e Zi

  4. Buonasera, chiedo aiuto pure io dato che siete molto ferrati in materia. Noi ieri dovevamo partire con Easyjet per Napoli con partenza da Venezia per un funerale, dopo esserci fatti un’ora e mezzo di viaggio per arrivare all’aeroporto, trascinato mia madre, 85 anni, che fatica a camminare per non so neppure dire la lunghezza del percorso, arrivati all’entrata, passato i biglietti ci è comparsa l’ultima chiamata quindi cercato di affrettare il passo, per quel che si può con una persona anziana, ci han bloccato quelli della sicurezza facendoci perdere tempo preziosissimo (vista l’ultima chiamata) per dei controlli a campione, arrivati a fatica al gate che era appena stato chiuso, per carità ci hanno atteso, ma mancavano 20 minuti alla partenza, non c’è stato verso, non ci han lasciato salire. Ho modo di ottenere un rimborso anche parziale? Fosse anche le tasse, non so…e come si chiede l’eventuale rimborso?
    Grazie mille per l’aiuto.

    1. Ciao Sabrina,
      ci dispiace molto che non siate riusciti a prendere il volo per pochi minuti! In teoria ogni causa di rimborso deve essere causata dalla compagnia o almeno dall’aeroporto in questione. Una domanda: avete provato a chiedere informazioni al banco Easyjet all’aeroporto? Solitamente, ve lo diciamo per esperienza personale, le hostess ti indirizzano verso la soluzione più appropriata.

      Inoltre:
      C’è stata una ragione fuori dal vostro controllo (traffico, prolungamento del funerale etc.) che vi ha fatto ritardare? In questo caso potrebbero esserci più probabilità di ottenere un rimborso.

      Potete poi provare a richiedere le tasse aeroportuali: queste vengono rimborsate in ogni caso se la persona non si presenta in aeroporto (coprono i costi di gestione dei bagagli, la sicurezza etc.). Nel vostro caso però potrebbero farvi questioni poiché vi siete recati lo stesso in aeroporto.

      Vi lasciamo il link per richiedere il rimborso di Easyjet, tentar non nuoce:

      https://www.easyjet.com/it/claim/welfare

      Fateci sapere.
      Buona giornata

      Simo e Zi

  5. Ciao, vorrei chiedere un info dato che questa è la prima volta che mi capita. Acquistato biglietto A/R (200€)con Ryanair per tratta inferiore a 1500km. Il volo di solo Andata è stato cancellato la mattina stessa a meno di 2-3 ore della partenza, mi è stato inviato un sms in cui mi diceva di cambiare o annullare il volo. Dato che dovevo partire necessariamente, ho provato a riprenotare sempre con Ryanair un volo alternativo in quella mattinata, ma non vi erano più voli disponibili. Allora ho preso un biglietto di sola andata con un altra compagnia direttamente all’aeroporto (300€). Domanda: qual è il rimborso totale che mi aspetta da Ryanair? 100€ rimborso del biglietto solo andata cancellato la mattina da Ryanair + 300€ del nuovo biglietto disponibile Alitalia + 250€ pagamento compensazione pecuniaria per tratta pari e inferiore a 1500km?. Totale 650?. Grazie.

    1. Ciao Claudia,

      a nostro avviso purtroppo il rimborso che ti daranno sarà i 100 euro del biglietto Ryanair + la sanzione 250 € per tratta pari e inferiore a 1500km. Vediamo dura che una compagnia aerea rimborsi anche il biglietto comprato presso un’altra compagnia aerea (si tratta comunque di un’altro volo e di un’altra transazione, molto difficile).
      Ti linkiamo il modulo online da compilare per Ryanair per fare prima:

      https://refundclaims.ryanair.com/?lg=IT

      Armati di santa pazienza e facci sapere com’è andata!
      Buon natale e buone feste

      Simo e Zi

  6. Ho acquistato 3 tratte aeree per festeggiare i miei 40 anni. 2 voli Vueling e 1 volo Easyjet, tratte Olbia-Barcellona-Londra-Olbia.
    2 giorni prima della partenza hanno ricoverato la mia bambina di 4 anni e, per farla breve, l’ospedale (ergo struttura pubblica) ha rilasciato un certificato che informa dell’impossibilità di volare nei 14 giorni successivi la dimissione. Documento ufficiale firmato dal pediatra dell’ospedale.
    Informate entrambe le compagnie, ecco come hanno agito:
    1)Vueling con rimborso totale, rapidità di risposta e richiesta certificato e stato di famiglia.
    2) Easy Jet: email imbarazzanti con operatrici che parlano delle loro difese immunitarie basse e nessuna intenzione di rimborso se non per malattie gravi come ictus, tumori, ecc. Notare che nonostante si sottolinei che il certificato medico è ben chiaro al riguardo e che si stia cancellando con 10 gg di anticipo sul volo, la compagnia continua a rispondere a vanvera citando a pappardella i loro Termini di Vendita. Nessuna empatia, nessuna comprensione, solamente uno sfortunato scambio tra acquirente con impiegato della compagnia. Ci rimborsano i 28 euro delle tasse, nemmeno il costo del bagaglio! Altro che “La decisione di offrire un voucher per un volo o un rimborso è a sola discrezione del nostro team del Servizio clienti”… E’ una delle tante delusioni di Easy Jet, ma sarà l’ultima di sicuro!

    1. Ciao Federica,

      ci dispiace tantissimo per la tua esperienza e siamo indignati per quanto le compagnie aeree trovino sempre un modo per venir meno alle loro responsabilità.
      Siamo però contenti che tu abbia voluto condividere la tua esperienza con noi e con altri viaggiatori.
      Ci auguriamo che anche altri lettori vogliano condividere le proprie vicissitudini in maniera da aiutarci tutti a vicenda.

      Vedrai che festeggerai 40 anni in un posto anche più bello con la tua meravigliosa bimba al tuo fianco.

      Un abbraccio enorme,
      Simo e Zi

  7. Buongiorno,
    Il 21/02/2019 hanno cancellato il volo milanobergamo/Catania lasciandomi a terra. Mi hanno messo in lista di attesa sul volo di palermo lo stesso giorno sul quale non mi hanno fatto imbarcare. Non solo ho dovuto volare con un’altra compagnia aerea perché l’unico volo disponibile sarebbe stato il 24/02, ma mi sono dovuto pagare anche l’hotel ad una cifra carissima. Ho provato in tutti i modi a fare il claim online ma non riconosce i miei nomi in nessuno dei 2 voli e non mi fa proseguire. Premesso che per il bgy/palermo ho ricevuto una mail che ho visto troppo tardi che chiedeva di fare il check-in, ma per la lista d’attesa il desk ha emesso biglietto cartaceo. A vostro avviso come si può risolvere questo problema? Grazie

    1. Buongiorno David,

      ci dispiace per il tuo inconveniente, grazie però per averlo condiviso così che possa essere d’avviso ad altri viaggiatori. Secondo noi, visto che solitamente le compagnie aeree pagano i pernottamenti in hotel causati da disagi di cui loro stesse sono la causa (anche a noi è successo, ci siamo informati al banco della compagnia in aereporto), dovresti sicurmemente richiedere il rimborso dell’hotel. Hai la ricevuta dell’hotel?

      Per quanto riguarda il volo, per quale motivo è stato cancellato? Il rimborso devi richiederlo alla compagnia che ti ha cancellato il volo, per la seconda compagnia (da quello che intendiamo dal tuo messaggio) con la quale hai volato è da considerarsi un volo normale.

      Se non ti riconosce i nomi, hai provato a usare la chat assistenza di Ryanair? (per non spendere un capitale con il call center), ti basta nome, cognome, numero prenotazione, numero di telefono collegato alla prenotazione.

      Qui il link: https://www.ryanair.com/it/it/info-utili/Centro-assistenza/Domande-frequenti/contatti/live-chat-servizio-di-ryanair

      Con un po’ di fortuna ti sapranno indicare come procedere per il rimborso online visto che il form online non ti funziona. Risolto questo problema procedi al rimborso.

      Facci sapere com è andata.

      Buon weekend
      Simone e Zineb

  8. Buongiorno! Ho un problema con TAP Portugal. Ho prenotato un volo il 23/02/2019 dal numero verde, in meno di 24 ore ho voluto il cancellamento, che ho fatto online vedendo le condizioni e nel sito di TAP loro dicevano che il rimborso sarebbe fatto tramite i voucher, ma non dicevano quando ed io ingenuamente pensavo che loro davano subito questi voucher, perché giorno prima loro mi avevano dato dei voucher subito (avevo chiamato il loro centralino). La notte stessa ho provato a chiamare appena ho fatto la conferma del cancellamento su internet e la segretaria elettronica dice che loro sono attivi dalle 8 alle ore 23. Il 24/02/2019 chiamo subito alle ore 8, per sapere il numero del voucher del mio rimborso, loro mi avvisano che siccome ho fatto la richiesta online devo aspettare 3 settimane per avere il voucher, ma se avessi fatto la richiesta dal numero verde loro mi davano subito il voucher, ma nel sito non ci sono queste informazioni e entro questo tempo (3 settimane) il voucher non mi servono a niente, è proprio in questa settimana che ci sono le grandi offerte sul loro sito. In questo caso vorrei i miei soldi indietro sulla carta di credito, ma niente da fare loro vogliono darmi il voucher tra 3 settimane. Oltre quello, siccome per fare il primo biglietto avevo pagato 42 euro di differenza (perché era già originario da un altro voucher che mi avevano dato ieri 22/02/2019 alle ore 12) loro non mi rimborseranno nemmeno questi soldi. Nel loro sito dice che in 24 ore si può disdire il volo. Mi sono arrabbiata talmente tanto con questa attesa di 3 settimane che non voglio più prendere il biglietto con un voucher, voglio i miei soldi indietro. Ho chiamato la TAP il giorno 24/02/2019 oggi alle ore 8 e qualcosa, mi hanno detto che la loro regola è questa e punto, non mi ha fatto parlare con il suo capo, e non mi ha voluto dare nemmeno un numeri di protocollo. Ho capito male, o loro possono fare quello che vogliono in caso che il recesso del volo sia iniziativa del passeggero anche se in meno di 24 ore dopo la prenotazione? Grazie mille!

    1. Ciao Florzinha,

      ci dispiace tu sia incappata in questi comportamenti poco trasparenti da parte di questa compagnia aerea. Comunque si, TAP rimborsa solamente con voucher da utilizzare entro un anno dalla loro emissione (detratti tra l’altro di 15 € di commissione, già qui si potrebbe aprire un capitolo a parte…) ed effettivamente non c’è specificato sul sito la differenza di rimborso tra farlo tramite call center oppure online.
      Il rimborso dipende poi dalla tipologia di biglietto acquistato, se ci dicessiquale biglietto hai acquistato ti potremmo aiutare maggiormente.

      A nostro avviso puoi presentare un reclamo da questa pagina:

      https://www.flytap.com/it-it/supporto/parla-con-noi/reclami

      Solitamente se le compagnie una volta accettato il reclamo restituiscono l’intera somma sul mezzo di pagamente utilizzato (carta di credito, prepagata etc.). Ci sono tutti i presupposti perchè il tutto vada a buon fine. Tentar no nuoce.

      Una cosa è certa: il rimborso tramite voucher te lo devono dare perchè hai effettuato l’annullamento da procedura, entro le 24 ore. I soldi non li perdi: attenzione però, come già scritto, devi spendere i voucher entro 1 anno. Prova comunque ad effettuare il reclamo per cercare di avere indietro i soldi sulla carta.

      Facci sapere com’è andata.

      Speriamo tu non debba subire ulteriori disagi.

      Un abbraccio,
      Simone e Zineb

      1. Buonasera,
        Spero mi possiate aiutare a capire come muoverci. A novembre io e il mio compagno abbiamo prenotato con Airchina un viaggio per il Giappone (partenza alla fine di questo mese) ma purtroppo vorremmo cancellare il volo perché a lui si è manifestato il neuroma di morton al piede che con il passare dei mesi si è intensificato costringendolo a zoppicare. Ora vi chiedo se sapete se questo problema può essere considerato un motivo valido per ottenere un rimborso del biglietto oppure non rientra nelle “malattie risarcibili”. Premetto che abbiamo prenotato da soli sul sito Airchina e non abbiamo stipulato nessuna assicurazione.
        Vi ringrazio anticipatamente..

        Saluti
        Michela

        1. Buongiorno Michela,

          ci dispiace moltissimo per il tuo compagno… Allora se avete/potete farvi fare un certificato medico che dichiara l’impossibilità del tuo compagno di prendere il volo (sia per impossibilità vera e propria sia per le cure a cui supponiamo dovrà sottoporsi) la compagnia è obbligata e risarcirvi in tutto e per tutto (questo vi spetterà anche senza assicurazione).

          Il certificato medico attestante la malattia è però necessario per ottenere il rimborso

          Vi linkiamo qui il sito per iniziare la pratica del rimborso con AirChina:

          https://www.china-airlines.com/it/it/booking/manage-booking/refund

          Speriamo che tutto si risolvi per il meglio.

          In bocca al lupo per tutto!

          Simo e Zi

  9. Buonasera,
    ho acquistato, tramite agenzia, 4 voli a/r con compagnia Air Europa, Malpensa-Montevideo per un viaggio dal 21 gennaio al 6 febbraio 2018, per me, mia moglie ed i miei genitori, per una cifra di 806 euro a testa. Poche settimane prima del volo in seguito ad un problema di salute il medico ha attestato che mio papà fosse impossibilitato ad intraprendere il volo. Ha quindi rinunciato al viaggio ed insieme a lui mia mamma. Abbiamo quindi chiesto all’agenzia di cancellare i 2 biglietti dei miei genitori e chiedere un eventuale rimborso adducendo le cause mediche (comprovate da certificato medico). Oggi la compagnia risponde che il rimborso previsto su un totale di 1612 euro è di 170 euro (una quotaparte delle tasse). Mi sembra un semplice contentino, posso pretendere di più? Come devo comportarmi?
    Grazie
    Cordiali saluti

    1. Buonasera Domiziono,

      ci spiace molto per tuo padre, speriamo stia meglio. Anche a nostro avviso il rimborso che vi vorrebbero dare è decisamente poco. Senza ombra di dubbio vi dovrebbero dare l’importo per il biglietto di tuo padre visto che avete presentato il certificato medico attestante il tutto. Per quanto riguarda tua madre, se nel certificato del medico (magari potete farvi fornire un documento dal medico a riguardo) c’è scritto che tuo padre ha bisogno di accompagnamento a causa dei guai fisici, dovrebbero ridarvi anche il costo del biglietto di tua madre.

      In questo caso però è molto più difficile perchè potrebbero usare moltissime scusanti (questo è l’approccio di quasi tutte le compagnie purtroppo…) del tipo che qualcun altro avrebbe potuto aiutare tuo padre. Non conosciamo i dettagli della malattia ma comunque pensiamo di essere stati chiari a riguardo, dipende anche dal tipo di problema di salute.

      Vi linkiamo la pagina di AirEuropa che cita le condizioni di rimborso:

      https://www.aireuropa.com/it/voli/condizioni

      In particolare il seguente paragrafo (citiamo):

      “(a) Se i passeggeri avessero il diritto a un rimborso per ragioni diverse da quelle stipulate al paragrafo 2 di questo ARTICOLO, l’ammontare del rimborso sarà:
      (i) Se non è stata adoperata alcuna parte del biglietto, un ammontare pari al prezzo pagato per il biglietto, meno spese di Servizi o diritti di cancellazione ragionevoli;
      (ii) Se è stata utilizzata una parte del biglietto, un ammontare pari alla differenza tra il prezzo pagato per il biglietto e il prezzo applicabile per il viaggio tra i punti per i quali è stato adoperato il biglietto, meno tutte le spese di Servizi o i diritti di cancellazione ragionevoli;
      (b) I rimborsi stipulati in questo Paragrafo 3 non sono applicabili quando sono esclusi da qualche requisito governativo o da qualche regolamento di Air Europa, a conoscenza dei passeggeri quando sul biglietto figura la dicitura “NON RIMBORSABILE” o “NON REFUNDABLE”.”

      Quindi, se non l’avete ancora fatto, cliccate sul link che vi abbiamo linkato e andate in fondo alla pagina fino al paragrafo: “Risoluzione controversie online”, li troverete il link per esporre reclamo e anche la piattaforma del Parlamento Europeo dove presentare esposto per risolvere la questione giuridicamente.

      Un consiglio: provate prima la via con il rimborso alla compagnia, compilando il modulo e chiamando il call center o atraverso la chat, dicendo che nel caso non ci sia il rimborso almeno per il biglietto di vostro padre, procederete attraverso la piattaforma che vi abbiamo citato (sanno sicuramente di che si tratta visto che la citano sul loro sito).

      Speriamo di esservi stati utili.

      Un abbraccio e fateci sapere se avete bisogno ancora di aiuto, non fatevi problemi.

      Simone e Zineb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *