Parco Yosemite in 1 giorno: sogno o realtà?

Il parco Yosemite è uno dei posti più belli della California (ma forse anche degli USA se non addirittura dell’intero continente). 

Varrebbe la pena però visitarlo se aveste solo 24 ore di tempo? Per quanto possa essere dura -e su questo siamo d’accordo-, vi assicuriamo di sì e con un po’ di organizzazione è fattibile.

Nel caso aveste però più tempo, vi consigliamo di visitarlo con calma, per potersi permettere delle escursioni, avere il tempo di vedere un orso o un daino…

In caso contrario, che non vi salti in mente di saltarlo come tappa! Ve ne pentireste amaramente!

Ci pensiamo noi a spiegarvi come fare.

parco Yosemite

Curiosità: si pronuncia yossèmiti, non yosemaiti o Yosemit!

 

Alla fine, se organizzata con intelligenza, svegliandosi presto ed andando a dormire tardi, una gita in giornata da San Francisco è più che fattibile.

Oh, non vi preoccupate! Noi e i nostri superamici di Extranomical Tour sappiamo esattamente cosa vi serve sapere.

Pronti? Let’s go!

🕓

Periodo migliore per goderselo appieno -salvo imprevisti-!

Yosemite temperature

Attenzione, in autunno inoltrato/inverno, diventa difficile visitare alcuni dei punti più belli del parco.
Ad esempio, la Tioga Road -l’unica strada che attraversa il parco da est a ovest- rimane chiusa da novembre a giugno.

E lo stesso vale per punti panoramici come il Glacier Point che possono essere raggiunti solo tra fine primavera/estate.

Attenzione, però, anche durante la bella stagione. Gli incendi nel parco Yosemite, in estate, a causa delle caldissime temperature, sono frequenti e per questo potreste trovarlo chiuso.

Consigliamo di consultare il sito ufficiale o di cercare su internet -sezione news- cosa si dice per le parole chiave “parco Yosemite chiuso” o “Parco Yosemite incendio”.

💸

Quanto costa l’ingresso a questo paradiso terrestre?

L’entrata al parco Yosemite costa 30$ a settimana e per macchina (indipendentemente dal numero di passeggeri) e circa 60$ per chi se la volesse avere l’accesso tutto l’anno.

parco Yosemite california

È così che mentre noi andiamo a fare le grigliate in riva a fiumiciattoli e laghetti sconosciuti, gli americani della zona le fanno proprio all’interno del parco pagando appunto un abbonamento da meno di 16 centesimi al giorno!

Ps. Sul sito del parco sono anche segnati quella decina di giorni che per un qualche motivo sono gratuiti!

🚗

Come arrivarci: auto, bus, calesse o…?

Il parco Yosemite ha un’estensione di circa 1200 km quadrati (quindi a comparazione è grande quasi quanto la regione Lazio) e diversi ingressi a seconda che si arrivi dalla California più costiera, dal Nevada o da qualche altra parte di Stati Uniti.

Il mezzo che va per la maggiore è sicuramente la macchina; questa, infatti, permette un’autonomia che gli altri mezzi non hanno.

cosa vedere parco Yosemite

Da San Francisco, il tempo di percorrenza è circa 3 ore e mezzo.
Risalendo da Las Vegas, invece, il tempo si dilunga diventano circa 7 ore.

L’opzione Death Valley invece porta il parco ad essere raggiunto in 5 ore e mezzo circa.

La macchina e il bus sono le due opzioni migliori nel caso si abbia una giornata sola.
Il primo perchè appunto permette tantissima autonomia, il secondo perché guidato da una persona che conosce le strade e i percorsi (ed evita così di farvi perdere tempo).

Viaggiare per conto proprio o con un tour guidato, che dilemma!

Si sa, che si scelga di viaggiare organizzando tutto da soli o che si decida di affidarsi ad un qualcuno, si avranno a sempre dei pro e dei contro che potrebbero condizionare nel bene o nel male il nostro viaggio.

Nel viaggiare da soli ci si può prendere i propri tempi, si può decidere di saltare tappe, aggiungerne altre, non bisogna aspettare persone, chiedere permessi… è un altro viaggiare, diciamocelo.

Però, nel viaggiare con tour operator o vacanze organizzate non bisogna preoccuparsi di nulla che non sia la voce della guida che racconta e spiega i posti, del sedersi sul pullman e farsi portare esattamente dove si vorrebbe senza fare il minimo sforzo.

Per poter fare la scelta migliore bisogna tenere in considerazione diversi fattori come il tempo a disposizione, la difficoltà nell’arrivare ai punti desiderati, la necessità o meno di una guida…

Noi di solito viaggiamo sempre per conto nostro strutturando gli itinerari in base ai nostri gusti ed esigenze.

Però, come in Islanda, questa volta, noi abbiamo deciso di affidarci ad un tour.

Perché?

In Islanda perché le condizioni climatiche non ci convincevano.

Questa volta perché avendo solo un giorno a disposizione non avremmo avuto il tempo di visitarlo come in realtà siamo riusciti a fare grazie ad un tour, perché per gli incendi appena successi avevano depennato lo Yosemite dal nostro itinerario e non eravamo abbastanza preparati dall’affrontarlo da soli, perché è un posto troppo grande e avremmo rischiato di perdere tempo inutilmente alla ricerca dei punti panoramici.

Ma volete sapere una cosa?

Se tornassimo indietro, ci affideremmo di nuovo ad un tour organizzato.

E non ad uno qualsiasi ma ad Extranomical che con la simpatia delle sue guide e il suo ottimo servizio ci ha fatto vivere una giornata indimenticabile.

🔭

Cosa non perdersi nel visitare il Parco Yosemite in un giorno 

In una giornata non si può aver la pretesa di poter visitare tutta l’area o di fare trail particolarmente impegnativi…

Ciononostante, vi assicuriamo che organizzando bene il vostro tempo (o permettendo a qualcuno di organizzarlo per voi) è possibile avere più che un accenno del parco.
Vi elenchiamo cosa vedere (assolutamente) al parco dello Yosemite.

 

⛰ Glacier Point: la vista più bella del parco

Oh ragazzi, vi diciamo solo che una volta qua sarete a 2199 metri d’altezza.
Non pochi, vero?

Si tratta di uno dei migliori punti d’osservazione sulla Yosemite Valley.
Ci sono diversi punti per raggiungerlo: camminare -ovviamente-, con l’auto e ancora attraverso lo shuttle interno al parco.

🏞 Tunnel View: uno “wow” sulla vallata

Quando noi siamo arrivati a questo punto panoramico, non ci aspettavamo neanche lontanamente il panorama che ci sarebbe presentato.

È vero, la guida ci aveva avvisato, ci aveva detto “Ragazzi sappiate che ho tenuto questa chicca per ultima perché merita davvero tanto!” ma finché non ci si è aperta davanti agli occhi la vallata, noi non ci aspettavamo un posto così figo.

Vi avvisiamo, arrivate preparati ad esclamare “wow!”

vista tunnel parco Yosemite

🗻 El Capitan: semplicemente, una rockstar

Uno degli orgogli dello Yosemite National Park è senz’altro El capitan, uno degli 8 monoliti di granito del parco nonché il suo simbolo, dato che la sua altezza di 1100 metri lo rende uno dei più alti al mondo.

🏔 Half Dome: a cospetto di un Guinness world record

Voi immaginatevi una linea verticale di roccia e vi sarete immaginati l’Half Dome.

Ok, va bene, non proprio verticale…

Ma voi, contando che le mancano solo 7 gradi per essere perfettamente verticale, non la considerereste già tale?  

🏞 Yosemite Falls: una meraviglia a tempo limitato

Per darvi l’idea di quanto questo parco sia grande, vi facciamo presente che ci sono la bellezza di 3 cascate: le Yosemite Falls, le Sentinel Fall e le Ribbon Fall.

Le Yosemite falls, come potrete dedurre dal fatto che godono dell’omonimo nome del parco, sono le più importante tra queste.
Non a caso, sono le cascate più alte del Nord America.

Per potersele godere ci sono due modi: accontentandosi delle Yosemite Lower Falls, raggiungibili con un trail poco impegnativo di circa 1 km e mezzo o puntando ad ammirarle dall’alto volendo vedere le Upper Falls, che richiedono una camminata decisamente più lunga ed ostica su un dislivello di 729 metri.


NDR. Le cascate hanno un lasso di tempo di visita decisamente breve. Nei mesi freddi, infatti, l’acqua si ghiaccia. Nei mesi caldi, invece, le temperature le seccano (come potete notare nelle nostre foto dove, delle cascate, ci rimane solo l’ombra nella roccia).

Periodo di visita migliore: da aprile a giugno!


🌳 Mariposa Grove: il posto perfetto dove sentirsi dei lillipuziani

La sequoia gigante è uno dei motivi per cui il parco Yosemite è famoso.

Il “Mariposa Grove”, che letteralmente significa il boschetto delle farfalle, si trova nella parte meridionale del parco e custodisce la bellezza di 50 sequoie giganti, tra cui la vecchissima Grizzly Giant che abbia niente poco di meno di 2700 anni…  

Il posto è raggiungibile con un sentiero da percorrere a piedi, oppure, se è bella stagione, esiste anche un servizio di treno scoperto.

🏕 Yosemite Valley: dove tutto inizia e finisce

Ultima, ma non per importanza, vi citiamo la Yosemite Valley nonché il cuore attorno cui verge tutto nel parco.
Qui, nel Visitor Center, i ranger potranno darvi informazioni di qualunque tipo sul parco, gli animali che ci vivono, le piante che ci crescono e molto altro.
Inoltre, proprio dalla Yosemite Valley cominciano e finiscono tutti i tour e passano tutti gli shuttle.

parco Yosemite california usa

Durante il tour guidato, la giornata al parco Yosemite è stata divisa in due parti: la mattina si è affrontato tutto il viaggio da San Francisco al parco e si è visitato il Mariposa Grove.

Dopo il pranzo -nella Yosemite Valley- abbiamo avuto un paio di ore da occupare come meglio credevamo: noi abbiamo fatto il trail per le lower Yosemite falls e ci siamo diretti nella parte della vallata da dove si potevano vedere meglio i monoliti dal parco.

Infine, in pullman, siamo andati a arrivati alla Tunnel View e qua abbiamo lasciato il cuore, non riuscendo a cancellare le immagini dagli occhi per tutto il viaggio di ritorno.

Allora, avete visto che si può visitare la meraviglia del parco Yosemite in 1 solo giorno? Volere è potere amici!
State già preparando lo zaino per partire all’avventura?

 


Disclaimer: l’esperienza è stata gentilmente fornita da Extranomical Tour.
Ciononostante, la revisione e le nostre opinioni sono assolutamente imparziali e sincere.

Parco Yosemite in 1 giorno: sogno o realtà? ultima modifica: 2018-10-08T17:45:24+00:00 da Travelholicsouls

Rispondi