Visitare Varsavia: 10 motivi da renderla imperdibile

Probabilmente vi starete chiedendo perché dovreste visitare Varsavia tra tutte le città del mondo, vero?

Non è risaputa per la vivacità delle sue strade come invece lo è Siviglia o l’Havana, non è romantica come Parigi o Amsterdam, cosmopolita come Londra o New York, popolosa come Nuova Dehli o Mosca e non è neanche colorata come le Cinque Terre o Reykjavik

Eppure vi assicuriamo che se soltanto le darete una possibilità non ne rimarrete delusi.

Scommettiamo?

centro storico stare miasto varsavia

Ecco i nostri 10 perché andare assolutamente in Polonia e visitare Varsavia!

1- Per la meravigliosa strada reale

Potremo mai rispondere “una strada” alla domanda “cosa visitare a Varsavia?”

Assolutamente sì.

Perché effettivamente non si tratta di una strada ma delLA strada.

Perché la strada reale, la più antica arteria di Varsavia, ha come proprietà intrinseca quella di collegare tutte le perle del centro storico di Varsavia, senza invadenza, esattamente come il filo di una collana.

Partendo dal Castello Reale, questa super strada si distende fino ad arrivare alla residenza Wilanow per circa 4 km.

piazza del castello a varsavia

Il fatto che sia per gran parte pedonale fa sì che si possano ammirare le bellezze che la fiancheggiano alzando semplicemente lo sguardo.

Il risultato?

Non potrete restare indifferenti davanti alle bellissime facciate di edifici del XVII e XVIII (ndr. Si tratta di ricostruzioni post-belliche) all’università Kazimierzowski, a chiese -tra cui quella che contiene il cuore di non poco di meno di Chopin- e case dallo stile ricercato.

2- Per una super sirenetta che sa il fatto suo e la bellissima piazza

Uno dei motivi per visitare Varsavia è sicuramente la vitalità della piazza del mercato e non solo…

piazza del mercato nella città vecchia di Varsavia

Proprio qua incontrerete una Sirenetta tutto pepe che prova come anche una creatura di sesso femminile può essere tanto forte da proteggere una città intera.

→ Volete conoscere la storia di un’altra Sirenetta, popstar della città? Vi rimandiamo a Copenhagen!←

sirenetta rynek varsavia

La leggenda narra che una volta, una sirena finì per caso a Varsavia e che innamoratasi della città decise di restarvici. Un giorno però, un ricco mercante, con l’inganno la imprigionò e a salvarla fu un impavido giovane, sentito il suo canto malinconico. Da quel giorno, per ripagare dell’aiuto ricevuto, protegge la città con spada e scudo.
Bella e in gamba -o meglio, in pinna-, è una Xena dai tratti slavi e la coda da pesce.

3- Per parco e palazzo Łazienki

palazzo lazienki poloniaPer sentire Chopin suonato tra i glicini in fiore, per la bellezza equilibrata e fine del palazzo neoclassico, per le barchette che sul laghetto si lasciano oscillare dalle onde, per il verde intenso, per la possibilità di immergersi in un’altra cultura con la sezione di giardino dedicata al Giappone.

Si tratta di uno dei più grandi parchi pubblici della capitale polacca e funge da oasi di pace per turisti e cittadini stressati dalla routine quotidiana.

Può un posto simile non essere un must da vedere a Varsavia?

 


Orari palazzo: da martedì a domenica dalle 9:00 alle 16:00

                     -nb. consultare il sito perchè in estate l’orario si prolunga-.

Prezzi: 27zl biglietto intero, 18 biglietto ridotto.

Per maggiori info.


4- Per i pierogi aka il paradiso delle papille gustative

Perchè non si può pensare di visitare Varsavia e di non concedersi una pausa pranzo o cena (o entrambi!) in una delle innumerevoli pierogherie (o anche solo ristoranti) sparse per la città!

Vi starete chiedendo: “cosa sono i pierogi, vero?”

Si potrebbero immaginare come il corrispettivo dei ravioli italiani, con la differenza che possono essere ripieni sia di dolce che si salato!

Volete un consiglio da degli esperti?

Provate i pierogi ruskie ossia ravioloni  ripieni di patate e formaggio, tradizionalmente serviti con la smietana (panna acida) e vedrete che non vi deluderanno.
Nel caso, stranissimo, non fossero di vostro gradimento, ce n’è davvero per tutti i gusti, da ripieni di pancetta a ripieni di marmellate!

Non ci resta che augurarvi un buonissimo appetito!

pieroghi a varsavia piatto tipico polacco

5- Visitare Varsavia per entrare in contatto con la shockante storia polacca

Partiamo dall’inizio: non si può capire la Polonia fino in fondo senza sapere la sua storia. Nel visitare Varsavia avrete modo di entrarci a contatto nel modo più intenso possibile attraverso il museo dell’insurrezione.

Non aspettatevi il solito percorso piatto fatto di cimeli di guerra descritti da didascalie tecniche ma immaginatevi un coinvolgimento di quelli che vi scombussolano le viscere. Qui si parlerà di una storia diversa, lontana anni luce dalla staticità dei libri.

Si parla di una storia vissuta, quotidiana, quella di Gosia e di Marek, di una qualsiasi famiglia Kowalski, quella delle persone comuni che nonostante il terrore dell’occupazione prima e l’orrore del comunismo dopo, hanno deciso di insorgere e di ribellarsi, di sacrificarsi per un qualcosa di più grande e di veder la propria nazione risorgere come una fenice dalle sue ceneri.

Preparatevi, il cuore pulsante all’interno del museo si sincronizzerà al vostro.


Orari museo: Lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8:00 alle 18:00;
giovedì dalle 8:00 alle 20:00;
sabato e domenica dalle 10:00 alle 18:00;
martedì chiuso

Prezzi: 20zl biglietto intero; 16zl biglietto ridotto.


6- Per quel qualcosa di antiestetico ma comunque utile lasciato dai russi

palazzo della cultura varsavia

Il palazzo della cultura, infatti, fu un dono fatto alla città da parte della Russia comunista, e non a caso è il palazzo più alto di Polonia.

Oggi è un po’ uno dei simboli della città -volente o nolente-.

Nonostante sia sede dell’accademia della scienza, di uffici, di un cinema e di diverse sale congresso, è stato a lungo al centro del dibattito sul mantenerlo o demolirlo.

Come si può dedurre dal fatto che ancora adesso si può salire sul suo 30° piano ed ammirare tutta la città come se si fosse i padroni del mondo -okey, visto che non sarete da soli in cima sarete i co-padroni…ma è comunque meglio di niente, no?-, per ora si è scelta la prima opzione…

…un po’ come fanno quelle donne con le cose dell’ex marito: si liberano di tutto ma non di quella foto assieme che nascondono nella scatola dei ricordi sotto al letto.


Orari palazzo: tutti i giorni dalle 10:00 alle 20:00.

Prezzi: 20zl biglietto intero, 15zl biglietto ridotto.

Per ulteriori info.


7- Per uno dei musei più strani che abbiate mai visto

Per lo stranissimo museo del neon, per la manifestazione più particolare che la propaganda post bellica ha trovato. Per la location, per la Varsavia anticonvenzionale che rappresenta, per la fantasia che si è avuto, per l’arte che si è creata da un qualcosa di prettamente utile, per il rumore che i neon creano e che aiutano ad immergersi nell’atmosfera.

Ps. Se farete fatica a trovarlo, se penserete di aver violato una proprietà privata, se non potrete credere di essere fuori da un museo…

allora, eccovi arrivati!

simbolo capitale polacca neon


Orari museo: dal lunedì al venerdì dalle 12:00 alle 17:00, chiuso di martedì;
                     sabato dalle 12:00 alle 18:00;
                     domenica dalle 11:00 alle 17:00.

Prezzi: 20zl biglietto intero, 10zl biglietto ridotto;
            tour guidato in inglese/ francese 150zl, tour guidato in polacco 120zl.


 

8- Per il quartiere Praga nonché il più vero di tutti

Per visitare Varsavia e la sua autenticità, per sentirsi veri e propri varsaviani, per sentirsi parte di qualcosa, per i mercatini, i negozietti piccoli e antichi, per l’unica parte della città rimasta intatta dai bombardamenti della seconda guerra mondiale.

Se vi piacciono le atmosfere bohemien, se vi piace entrare in contatto con le realtà più locali dei posti che visitate; se volete conoscere la Polonia più popolare, quella che non si trucca per piacere, quella di palazzoni…

Questo è il vostro posto!

Ps. Alcune scene de “il Pianista” son state girate proprio qua.

9- Per la Chiesa sant’Anna e la vista mozzafiato che si gode dalla sua torre

panoramica dal campanile chiesa sant'anna varsavia

Per ascoltare al tramonto i musicanti di strada sulla Plac Zamkowy. Così da sentirsi innamorati della città, della vita, della fortuna di essere lì in quel preciso momento.

Tutto è questione di prospettiva, no? Beh, immaginatevi quella della torre di chiesa sant’Anna, in grado di dare una panoramica della città senza privare delle note di Chopin che un qualche musicante farà fluttuare nell’aria!

Noi ci siamo capitati per puro caso a dire il vero: il cielo tintosi di rosa preannunciava il buon tempo della giornata successiva e il cartello “torre panoramica” visto girovagando per il centro quella stessa mattina, tornò indietro come un boomerang e ci portò ad una corsa folle per arrivare in cima prima che fosse troppo tardi e che la riga dell’orizzonte fosse definitivamente superata dal sole.

vista su plac zamkowy a varsavia

→Vi piacciono le città viste dall’alto? Sappiamo dove mandarvi!←

Conclusione?

Dieci minuti di corsa e mille mila gradini (ndr. Forse non erano così tanti ma dopo tutta quella corsa sembrava non finissero più!)

Lo rifaremmo?

Altre dieci volte di seguito con una valigia da 10 kg appresso.

Quella vista, quell’atmosfera, la solitudine della cima, la musica come colonna sonora perfetta di quella scena che sembrava frutto della mente del migliore dei registi, anche la pioggerellina che era cominciata a cadere non stonava nel complesso della meraviglia.

10- Per uno dei pochi superstiti della seconda guerra mondiale

Perchè la residenza Wilanow è la Versailles polacca -un po’ di rispetto, mica si parla di un palazzucolo qualunque!

Per la ricercatezza degli interni e per la cura dei giardini, per gli affreschi, per l’atmosfera di back in time che si respira, per gli arredi d’epoca, per fingersi e sentirsi ricchi magnati per qualche ora.

wilanow a varsavia

→E se vi interessa il lusso e lo sfarzo vi rimandiamo ad un altro palazzo degno di nota, scoprite dove si trova!←

Perché Wilanow è un highlander perché è sopravvissuto ai bombardamenti della guerra e alla spartizione della Polonia e come tale è da rispettare e da omaggiare con almeno una visita.

Perché questo edificio in stile barocco rappresenta lo sfarzo di un tempo della Polonia e continua a sfoggiare bellezza duranti gli eventi di musica classica e mostre che si tengono al suo interno più volte l’anno.


Orari palazzo: in inverno dalle 9:00 alle 16:00 con chiusura martedì
                       in estate dalle 9:00 alle 18:00 con apertura ridotta il martedì

Orari parco: apertura alle 9:00 e chiusura a seconda della stagione. Consultare il sito internet ufficiale.

Prezzi: Pacchetto 1 -esibizioni permanenti-: biglietto intero 20zl, ridotto 15zl, 1zl fino a 16 anni;
            Pacchetto 2 – stanze della principessa, cinesi e del cacciatore-: intero 15zl, ridotto 10zl;
            Pacchetto combinato: biglietto intero 30zl, ridotto 20zl;
            Parco: biglietto intero 5zl, ridotto 3zl, 1zl fino a 16 anni.


plac zamkowy varsavia

E vi giuriamo che di motivi per visitare Varsavia ce ne sarebbero molti altri ma non vogliamo fare spoiler su tutto e vi lasciamo un po’ di curiosità’!
andateci e magari scriveteceli qua sotto i vostri personalissimi motivi, che dite


Visitare Varsavia: 10 motivi da renderla imperdibile ultima modifica: 2018-03-18T16:11:04+00:00 da Travelholicsouls

Rispondi