6 location che rendono Amsterdam perfetta per un weekend romantico

IMG_7608

Amsterdam è stata una meta sudata. L’abbiamo vista sfumare e materializzarsi più volte, l’abbiamo organizzata nell’incertezza, l’abbiamo sognata, aspettata come una boccata d’aria fresca.
E quando è arrivata, è stata esattamente così: l’ossigeno nei polmoni, i chilometri nelle gambe, la leggerezza nella testa, i tulipani nelle narici, gli addii ai nubilati nelle orecchie e la felicità nel cuore.

Ci ha travolti, ci ha trasp
ortato lontani dalla quotidianità e ci ha fatto riscoprire il piacere delle piccole cose, delle passeggiate senza meta, dei sorrisi sinceri, delle attenzioni da amanti. Ci ha osservato silenziosa e saggia, riscoprirci innamorati della vita, della tranquillità, di noi. Ci ha spiato da uno dei suoi palazzi storti o da sotto uno dei suoi ponti ed ha sorriso vedendo le nostre dita incrociate.

Abbiamo sognato di vivere tra quei canali, in un appartamento all’ultimo piano di un palazzo, senza pretese, ad eccezione di una, doverosa: quella di un balcone abbastanza grande da farci stare un tavolino per due. Mi dicesti “perché sarebbe bello mangiare godendo della vista di tutta la città”, pensai “sarebbe bello mangiare godendo della tua vista” ma annuii, mi immaginai tu che ogni settimana portavi un mazzo di tulipani nuovi da mettere in centro al tavolo, due biciclette vecchie e vissute e altrettante di scorta, per gli amici che sarebbero venuti a trovarci, mi immaginai i mulini messi in moto dal vento, le giornate piovose passate al Rijkmuseum -l’unico museo che apprezzi, perchè a te l’arte contemporanea non piace e mi prendi sempre in giro quando cerco di spiegare cosa intendono dire gli artisti, boffonchi sempre “Non c’è niente da intendere” e ridi a crepacuore– o perché no, in un coffee shop, a fumare via tutte le ansie e a tornare a quell’esatto momento: con l’ossigeno nei polmoni, i chilometri nelle gambe, la leggerezza nella testa, i tulipani nelle narici, gli addii ai nubilati nelle orecchie e la felicità nel cuore.

Amsterdam, diario di bordo

Amsterdam è un ragazzetto estroso, fa baldoria con gli amici fino a notte fonda, beve, fuma e ride della sua giovane età, della forza di rialzarsi il mattino dopo come se nulla fosse successo. Si profuma di tulipani e gelsomini per nascondere alla madre che la sera si rinchiude nei coffee shop aspirando e sognando futuri migliori.

Ma sa, che è solo questione di tempo, che arriverà chi gli ruberà il cuore e che sostituirà le scappatelle al quartiere a luci rosse con le mattinate al bloemenmarkt, che non gli interesserà più cercare destini alternativi sballandosi perché le passeggiate tra i canali e le biciclettate fino ai mulini saranno meglio di qualsiasi altro lieto fine immaginabile.

Amsterdam è così, cresce e lo fa con te; è proiezione dei 20 anni ma lo è anche dei 40. Si adatta alla tua ricerca, ti viene incontro e ti si modella addosso…bisogna solo imparare a leggerla o meglio, bisogna solo riuscire a leggervisi ciò che si vuole.

Noi ci abbiamo trovato custodito il tempo che la vita, gli impegni e forse anche noi stessi ci avevano (ci eravamo) rubat(o)i. Ci abbiamo trovato la fuga dalla realtà di cui avevamo bisogno. La riscoperta del lato più sentimentale della nostra storia è avvenuta in concomitanza dei posti che abbiamo vissuto ed ecco perché qua vi parleremo del perché Amsterdam è la metà perfetta per un week-end romantico e quali sono i posti che assolutamente devono essere condivisi con la propria metà!

 

1. I canali

Amsterdam

L’essenza stessa di Amsterdam, la sua costruzione così particolare, questa perfetta armonia tra acqua e terra è alla base del romanticismo della città. Camminare mano nella mano tra i ponti, affittare un tandem e pedalare senza meta, fermarsi sulle panchine agli argini o nei tavolini dei caffè riflessi nell’acqua… beh, voi riuscite ad immaginarvi qualcosa di più romantico? La fortuna di sentirsi parte di un qualcosa e allo stesso tempo di appartenersi gelosamente. Il controsenso più magico di tutta la città.

2. Il mercato dei fiori

bloemenmarkt

Ogni fiore ha un significato intrinsecamente univoco. Ogni fiore ha la sua bellezza, la sua delicatezza, il suo colore, il suo odore…come le persone, come gli amori. Che poi, non è neanche solo questione di significato, è il gesto stesso a rendere i fiori un dono tanto speciale. E allora perché non dirigersi al Bloemenmarkt? È un mercato dei fiori unico nel suo genere, costruito su chiatte galleggianti e scrigno delle più svariate specie di fiori, piante e bulbi.
Tappa obbligata, insistiamo!

Apertura: da lun a sab 9:00 (dom 11:00) -17:30

Ingresso: gratuito

3. L’orto botanico

IMG_7547.jpg

Non bisogna essere esperti o intenditori per apprezzare la bellezza di questo posto: piante tropicali, rampicanti, alberi preistorici, odori pregnanti, colori delicati… perdersi è doveroso, ritrovarsi necessario.

Apertura: tutti i giorni dalle 8.00 alle 17.00

Ingresso: €9 intero, € 5 ridotto

4. Il quartiere dei musei

L’arte è la forma più onesta di espressione, come un amore d’altra parte…

Ed è soprattutto questo il motivo per cui abbiamo deciso di inserire questo punto, perché nei musei si potrebbe trovare la trasposizione del proprio sentimento in mille modi diversi: nelle rappresentazioni dirette e pittoriche, nelle sculture metaforiche, tra la gente che cammina per i corridoi e poi ancora nelle schizzate di tela, nelle luci psicodeliche, e le teste di faraoni occhialati… sta a noi scoprirli tutti.

5. Begijnhof

Non è nulla di eclatante o di formidabile, di indimenticabile, incredibile, unico nel suo genere… anzi, è l’esatto contrario! Un nonnulla senza pretese.

Eppure la forza del Begijnhof è esattamente questa: la semplicità e l’autenticità.

Si tratta di nient’altro che dell’antico beghinaggio della città, risalente al quattordicesimo secolo, costituito da questo delizioso cortile interno e circondato da casette di tipica architettura olandese. Fateci un giro, proverete il grandissimo desiderio di vivere in quelle abitazioni adibite oggi a private, di pranzare potendo guardare fuori dalla finestra quel cortile così ben curato e di provare quella meravigliosa sensazione di pace.

Apertura: tutti i giorni dalle 8.00 alle 17.00

Ingresso: gratuito

6. Zandee Schans

DSC_0723

Questa piccola comunità di poche case, ad una ventina di km da Amsterdam, è diventata famosa grazie all’aspetto caratteristico delle abitazioni e all’importante presenza di mulini.

È facilmente raggiungibile sia con i mezzi che in bicicletta (nel caso si avesse tempo e fiato per affrontare tutti i quei chilometri!)

Le prime ore della mattina sono l’ideale per una full immersion nella storia e nello spirito del villaggio mentre la quiete e il panorama faranno il resto per rendere questa gita, la location perfetta per un amore romantico!

DSC_0727

Come arrivarci: Bus 35 da Centraal Station, €10 a/r

Ingresso: gratuito.

E voi ci siete mai stati? Vi siete innamorati di (o ad) Amsterdam? Conoscete altri posti romantici eppure non citati? Fateci sapere nei commenti qua sotto!

Amsterdamcanals

INFO AGGIUNTIVE

Sulla mappa sono indicati i punti di cui abbiamo parlato, fatevi un idea delle distanze, delle possibili strade, cercate di memorizzarla e poi… mettetela via!

Esatto, fate affidamento sulla memoria e se vi perdete… beh, tanto meglio!

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *